Nutrizione funzionale: tutto parte da te 

Nutrizione funzionale: tutto parte da te 

Quante volte ti sento dire in visita che non hai mai ottenuto risultati o che, spesso, li mantieni per un po’ poi svaniscono come il sole all’orizzonte. Insomma, perché dovresti cominciare a cambiare la tua vita prima ancora della tua alimentazione? In questo articolo provo a raccontarti perché cambiare approccio ha giovato a molti dei miei pazienti e ti dò qualche consiglio su come iniziare a migliorare la tua vita adesso. Sei pronto? Cominciamo.

Siamo quello che mangiamo è un concetto superato. Siamo quello che scegliamo consapevolmente di mangiare ogni giorno, imparando a scegliere alimenti che siano funzionali ai nostri obiettivi e che ci aiutino a stare bene davvero. Non solo, il duro lavoro non si limita all’alimentazione, sia chiaro. L’impegno costante sta anche nello scegliere il giusto allenamento per mettere a frutto le tue scelte alimentari e accompagnare il tutto con l’integrazione, una corretta gestione del sonno e dello stress.

La dieta che riesco a cucirti addosso grazie al Medoto Marinelli è la pietra angolare del tuo cambiamento. Il tuo stile di vita rinnovato (è quello il vero segreto per raggiungere degli obiettivi e mantenerli nel tempo) è composto da fitness, controllo dell’umore e dello stress, del prendersi cura del metabolismo e dell’intestino, del sonno e della giusta integrazione oltre che dai pasti. Insomma, questo riduce gonfiore, stati di malessere, burnout e tanti altri disagi oltre ad avere un effetto preventivo contro moltissime malattie. 

Ecco, allora, qualche consiglio per migliorare il tuo modo di mangiare che puoi cominciare a introdurre nella tua routine quotidiana da subito.

#1 L’alimentazione funzionale ai tuoi obiettivi

La tua dieta deve essere funzionale ai tuoi obiettivi. Questo è un caposaldo della nutrizione funzionale perché è fondamentale per le prestazioni sportive, per sostenere la tua perdita di grasso corporeo e ogni altro traguardo tu voglia raggiungere e mantenere nel tempo. 

Solitamente mangiare molta carne e verdura, noci e semi, una quantità limitata di frutta, cereali senza glutine (a volte,) e zuccheri sono le prime indicazioni utili. Questo serve a mantenere costanti i livelli di glucosio e dei micro e macro nutrienti necessari al tuo organismo. Ovviamente, ogni dieta deve essere calibrata sul paziente. 

In aggiunta, limitare (o, meglio ancora, eliminare del tutto) gli alimenti trasformati e gli zuccheri raffinati ti farà sentire ancora meglio. Ovviamente, anche questa cosa va fatta tenendo conto che alcuni pazienti traggono beneficio e altri meno. Dipende da moltissimi fattori che vengono affrontati in visita. Qui la personalizzazione ha ragion d’essere e diventa importantissima.

#2 Personalizza per sfiammare

Una dieta personalizzata è fondamentale per ridurre l’infiammazione e aumentare il recupero del tuo benessere. Alcuni esempi, di seguito:

  • se vuoi una muscolatura più atletica e migliorare le tue prestazioni, devi avere necessariamente una serie di micronutrienti che si concentrano a supportare l’attività motoria nella fase di sforzo e di recupero;
  • se vuoi mantenere l’intestino in salute, uno degli accorgimenti più diffusi è quello di concentrarti sull’assimilazione di fitonutrienti e fibre. Altri possono essere quello di eliminare gli alimenti senza glutine, ad esempio. Tutto dipende sempre dal tuo organismo, dalla genetica e da altri fattori ambientali e non. 
  • una dieta ricca di antiossidanti, invece, doma l’infiammazione e migliora il tuo stato di salute. 

Il segreto della nutrizione funzionale è quello di definire chiaramente il tuo obiettivo e cercare di capire ciò che ti fa sentire meglio. Non ci sono cibi buoni o cattivi ma alimenti che ti fanno male o bene. Con il metodo che applico (metodo Marinelli), per esempio, riesco ad indentificare proprio quei cibi e ad utilizzarli come strumento per il benessere del tuo corpo e della mente. 

#3 Alcool e caffeina non fanno proprio bene 

Ecco, siamo al consiglio più semplice che passa sempre per quello più banale: riduci l’alcool, la caffeina e altre sostanze eccitanti. Bere caffè, alcool e assumere zuccheri, fumare: sono abitudini malsane, è inutile nascondersi dietro un dito. Non puoi giustificare le cattive abitudini dietro un “non posso farcela, è più forte di me”: puoi e devi smettere ora. Trova il modo. Sono tossiche che rovinano il tuo corpo, provocano infiammazione (perché il corpo tenta di liberarsi da ciò che gli fa male) e aumenta il rischio di sviluppare molte malattie e anche altro. 

L’alcool, la caffeina e le altre sostanze “negative” rovinano anche la qualità del sonno e aumentano lo stress perché amplificano le sensazioni. 

#4 Integrazione

L’integrazione è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi. Ti propongo l’esempio del magnesio: questo minerale aiuta il corpo a supportare la funzione nervosa, muscolare e altre 100 comprenso l’immagazzinamento dell’energia. Quando hai una deficienza da magnesio, i sintomi sono così imperanti da provocarti molti disagi. Puoi integrare con l’alimentazione (avocado, mandorle, noci, cioccolato fondente almeno all’85%) ma spesso non basta e devi ricorrere all’integrazione. Chiedi sempre un parere al tuo medico. Evita il fai da te, i sintomi da intossicazione da magnesio non sono da sottovalutare. 

# 5 Rilassati e ricaricati

Dormire bene vuol dire gestire meglio lo stress e raggiungere con più semplicità i propri obiettivi. Una persona rilassata è un paziente molto più collaborativo e che costruisce un rapporto molto più sano con il proprio medico e ha un approccio più consapevole al percorso terapeutico, sia esso di supporto all’attività sportiva, all’eliminazione del grasso corporeo o – ancora, ad una malattia autoimmune. 

Devi cominciare a prendere sul serio il tuo relax perché devi dare il tempo al corpo di riparare, ricostruire, rimettere a posto. Glielo devi. Altrimenti diventa davvero difficile ottenere risultati.

Per altri consigli segui i miei social nei prossimi giorni, vedrai che post!

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

Posted by Mariano C. | 23 Luglio 2021
Dieta autoimmune: tutto quello che devi sapere assolutamente
La dieta autoimmune può essere un valido aiuto per chi soffre di malattie autoimmuni e per chi manifesta i sintomi di una risposta infiammatoria non convenzionale. Insomma, il cibo è...
Posted by Mariano C. | 16 Luglio 2021
Gastrite: tutto ciò che non ti hanno mai detto
Parliamo della gastrite, una condizione che interessa il rivestimento interno dello stomaco. In particolare, dell’infiammazione dello stesso. Disagiante, intollerabile a volte, la gastrite è una manifestazione di problemi di salute...
Posted by Mariano C. | 9 Luglio 2021
Dispepsia: tutto ciò che devi sapere sulla cattiva digestione
Se soffri di cattiva digestione, allora devi leggere questo post. Si chiama dispepsia, tu la conosci come cattiva digestione. Si tratta di uno dei problemi di salute più diffusi tra...