Scegliere la frutta giusta per la propria alimentazione

Scegliere la frutta giusta per la propria alimentazione

Ci hanno sempre detto di mangiare abbondanti porzioni di frutta e verdura. Purtroppo, il consiglio della nonna stavolta è sbagliato. Bisogna mangiare la giusta quantità di frutta e verdura ma non devono e non possono avere lo stesso spazio nella nostra dieta. Mentre per la verdura è importante il consumo giornaliero, per la frutta la situazione cambia e non poco.

Scopriamo perché bisogna moderare il consumo di frutta e quale scegliere se si vuole perdere peso e migliorare il proprio microbiota intestinale.

I difetti della frutta

Il principale difetto della frutta è lo zucchero. Ne contiene davvero tanto, troppo! Per chi ha la tendenza a prendere peso, ha malattie metaboliche oppure legate alla permeabilità intestinale o – ancora, a rischio di patologie croniche o infiammatorie, la frutta fa più male che bene quindi consumarla in modo consapevole e misurato aiuterà immediatamente l’organismo a stare meglio.

Provare per credere.

La glicemia e il peso corporeo, se si mangia la quantità e la qualità sbagliata di frutta, tendono a impazzire. Controllare il consumo di frutta è un ottimo modo per prendersi cura di sé.

Se prima la frutta selvaggia bastava al nostro organismo, oggi la coltivazione industriale non riesce a soddisfare a pieno la domanda di frutta di qualità e a garantire gli stessi nutrienti di una volta. La frutta che trovi al supermercato non ha le caratteristiche che aveva prima. Inutile girarci troppo intorno. 

La frutta, poi, contiene fruttosio che – elaborato dal fegato, viene trasformato subito in grasso corporeo. Questa sostanza è responsabile dell’aumento dei trigliceridi, aumenta il peso del corpo e provoca il prediabete. Deve essere necessariamente ridotto, per questo non è consigliabile consumare tanta frutta. Può essere benefico solo se proviene da frutta biologica perché viene accompagnato dalle fibre solubili che ne permettono la metabolizzazione da parte del fegato. Queste fanno davvero bene all’orgasnimo perché hanno benefici sulle componenti del microbiota intestinale e hanno un’azione ripulente per l’intestino.

Ovviamente, la frutta fa (anche) bene: previene il cancro, i disturbi cronici e diabetici, quelli cardiaci e non solo. Solo che bisogna scegliere la frutta in modo consapevole, etico e benefico per l’organismo.

Quale frutta scegliere, allora?

La frutta non è tutta uguale e scegliere quella comune non fa bene.

Scegliere, invece, frutta selvatica possiede proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antitumorali e – ancora, antimicrobiche. 

La frutta selvatica è un vero e proprio superfood.

Scegli frutti rossi, bacche di goji e tutto ciò che viene congelato. 

La frutta fresca, infatti, non sempre è la scelta migliore che puoi fare. Spesso, infatti, la frutta affronta lunghi viaggi e viene congelata appena inizia a maturare. In questo modo, i nutrienti vengono come ibernati e, quindi, vengono rilasciati effettivamente quando tu scongeli la frutta stessa.

Quanta frutta mangiare? 

Se ti stai chiedendo quanta frutta al giorno devi mangiare, la risposta è dipende dallo stato del tuo intestino. Un’indicazione generale può essere non più di un paio di porzioni al giorno o un frutto interno, in alternativa. 

Non puoi mangiare frutta senza limiti, avrebbe delle conseguenze sul tuo organismo. Il consiglio che ti posso dare è quello di assumere al max 100-150 grammi di frutta al giorno se proprio ne senti il bisogno. 

La frutta che puoi assumere deve essere:

  • contenente carboidrati lenti perché, in questo modo, rilasciano piano piano gli zuccheri nell’organismo;
  • a basso indice glicemico perché hanno un impatto più basso sulla tua insulina;
  • con un carico glicemico basso perché in questo modo è possibile capire una porzione media quanto incide sulla nostra glicemia: generalmente dovrebbe essere al massimo 11;
  • ad alto contenuto di nutrienti perché contiene una maggiore quantità di antiossidanti. Fondamentali per prevenire tumori, diabete e altri disturbi dell’organismo;
  • libera dai pesticidi. Acquistare frutta di agricoltura biologica è sempre la scelta migliore.

Adesso che conosci meglio la frutta adatta al tuo organismo, se hai domande o dubbi puoi contattarmi sui miei canali social, Facebook e Instagram.

 

Add a comment

*Please complete all fields correctly

Related Blogs

Posted by Mariano C. | 14 Gennaio 2021
Fibromialgia e microbiota intestinale: c’è una correlazione?
La fibromialgia è una condizione invalidante che presenta una sintomatologia davvero molto ampia. Grazie al cibo e alla nutrizione funzionale - però, puoi alleviare i sintomi e stare molto meglio,...
Posted by Mariano C. | 7 Dicembre 2020
I grassi fanno ingrassare?
I grassi nella dieta non sempre fanno ingrassare, spesso sono fondamentali per l’organismo. Non è una questione di calorie, lo sai ma solo di equilibrare tutti i nutrienti fondamentali all’interno...
Posted by Mariano C. | 19 Novembre 2020
Le verdure fanno davvero così bene?
Le nonne e le verdure: quante volte hai sentito dirti che le verdure vanno assolutamente mangiate. Tante. Ti sei mai chiesto, però, perché le verdure vanno integrate nella dieta in...